Nido: Carnevale 2018

Nido: Carnevale 2018

Il Carnevale è una festa che non mi attirava tanto e da quando vivo in Italia, mi piace ancora meno. Vedo bambini in costumi irrazionalmente cari a camminare per le strade per settimane e buttare pezzetti di carta (coriandoli), riempiendo tutta la città con spazzatura decorativa. Io ne potrei fare a meno, però piace ai miei figli (Enrico addirittura voleva vestirsi da Spiderman – come altri milione di bambini a Palermo) ed anche agli altri bimbi nel nido. Allora ci siamo messi a far lavorare le manine.

Maschere:
Ho preparato in anticipo le forme di maschera. I piccoli potevano scatenarsi con la colla e la pasta ‘alfabeto’ sopra, poi dopo aver asciutto tutto, con la tempera dipingendola.
Abbiamo poi tagliato e fissato i nastri e cercato fiocchi o pezzi di carta da fiori per tagliare e poi spillare. In ogni singolo passaggio i bimbi sono stati di gran aiuto e molto entusiasti. Ecco i risultati:

Un progetto divertente, ma poco utile: le maschere sono venute belle, ma non si potevano indossare, erano fragili e rigidi. Però ha fatto effetto a tutti una volta presentata a casa.

Un’altra versione abbiamo fatto tagliando a metà un piatto di carta. I buchi per gli occhi ho fatto io (ed è stato davvero difficile beccare la distanza tra due occhi precisamente). I nani hanno poi colorato ed incollato la superficie e decorato tutto con i coriandoli. Hanno scelto e tagliato i nastri di carta, che poi io ho fissato nei buchi di sotto.
Per usare questi, abbiamo poi fissato un bastoncino di legno ad un lato, ma durava poco. Un combattimento contro i cattivi (che fanno spesso i nostri mostrini) e i bastoncini si staccavano. Però è rimasto comunque un capolavoro:


Leave a Reply