Category Archives: attività linguistiche

Nido: Birthday party di Eli

La mia prima festa di compleanno con una vera festa ho avuto a 18 anni. Mia mamma ci teneva di cucinare per giorni e poi farmi festeggiare con le mie amiche prima a casa, poi in discoteca. Ancora mi ricordo della serata. Arrivando poi nel mondo dei bambini di oggi (solo una generazione dopo di me), me ne rendo conto che le feste di compleanni sono diventati un business vero e proprio. C’è addirittura una competizione chi ha l’animazione più interessante, gli addobbi più originali (vabbè palloncini), la torta più buona e decorativa, etc.
Io volevo qualcosa di originale.

“Read More”

Nido: Pirate Raid!

Scoprire il mondo dei pirati non era nel mio programma originalmente, però ho visto che all’iniziativa di Enrico, i pirati sono arrivati anche a casa nostra. Prima come domande, poi libri e alla fine nei giochi dei nani del nido.

“Read More”

Nido: Greeting cards

Mi ricordo di avere in Irlanda delle scatole con buste e cartoline vuote e mille accessori per decorarle. In Irlanda si facevano dei ‘greeting cards’ per tutto, addirittura dovevamo scrivere dei ‘Thank you cards’ dopo esser stati invitati ad una festa di compleanno. Così fare delle cartoline personalizzate è diventata una cosa fondamentale anche per me. Però non volevo di nuovo ordinare delle scatole pre-fabbricate: insegno il senso del riciclaggio ai miei nani. Ecco alcune idee come lo faccio:

“Read More”

Nido: Il meraviglioso mondo di IKEA

Quando la prima volta ho fatto il mio giro nei negozi di giocattoli per capire un po’ i tipi, la qualità, i materiali, i prezzi, etc di questi oggetti di cui avrei dovuto comprare tanti e tantissimi, sono rimasta sorpresa dell’abbondanza e della scelta, ma anche scioccata dei prezzi. Volevo anch’io dei giocattoli di legno fatti bene, ma sembrava che alcuni giocattoli stessero fatti dall’ultimo albero sulla terra. Tanti erano ovviamente di scarsa qualità o con pezzetti che si poteva perdere e la maggior parte di questi erano comunque consigliate per l’età 3+. Ma tutto sotto l’età 3+ sembrava esser fatto d’oro…
Ecco che il consiglio di una mamma amica di dare un’occhiata in giro in IKEA mi veniva utile. Prima ho pensato: IKEA? Ma lì si comprano i mobili.Oggi invece il sito di IKEAè tra i miei preferiti. Perché? Ecco…

“Read More”

Nido: Festa della Mamma e gli impronti nella memoria

Mi ricordo la prima festa della mamma da nuova mamma: la zia anziana del mio compagno mi ha fatto consegnare dei fiori per congratularmi. Oltre di lei nessuno si è ricordato della mia prima festa della Mamma. Così quando il secondo anno Enrico è andato in nido per 6 mesi ed è venuto a casa con una cartolina fatta per me (con il mio nome straniero scritto male), ero felicissima. Ci tenevo allora che le mamme dei piccoli nel mio nido si sentissero così o ancora meglio. Ecco quattro progetti che abbiamo fatto:

“Read More”

Nido: Easter

Per Pasqua mi sono fatto tanti pensieri cosa fare con i miei nani (Giulio 31 mesi, Enrico 29 mesi, Bepi 22 mesi ed Elisabetta 10 mesi, lei ancora solo osservando, toccando). Dipingere uove vere ho trovato ancora troppo prematuro, ma volevo lavorare con i simboli di pasqua. Ecco cosa ho fatto con loro durante la settimana:

“Read More”

Nido: San Valentino (2017)

San Valentino non è una festa che a me piaccia tanto, da bambina non l’ho mai festeggiato. Poi c’era tanta confusione su che tipo di amore si festeggia il 14 febbraio: quello romantico o anche l’amore per amici e parenti. Love in inglese può significare entrambi tipi di affetto, e io ho scelto di pensare a questo giorno come un momento a ricordare tutti che voglio bene. Con i miei mini talenti ho trascorso una settimana molto tenero, grazie al loro bisogno di coccole, ma anche alle idee belle e abbondanti che ho trovato online per far lavorare le loro piccole mani.

“Read More”

Nido: Carnival

Il Carnevale è una festa che a me personalmente piace poco. Vedo che i miei piccoli di 27-29 mesi cominciano a travestirsi di mago o cercano di assomigliare agli caratteri della TV (PJ Masks o Miles dal Futuro), ma siamo ancora al inizio di questo gioco. Così ho deciso di non fare proprio costumi con loro, ma lavorare su maschere e parlare del viso in generale.

“Read More”