Author Archives: ernatakacs

Nido: Il meraviglioso mondo di IKEA

Quando la prima volta ho fatto il mio giro nei negozi di giocattoli per capire un po’ i tipi, la qualità, i materiali, i prezzi, etc di questi oggetti di cui avrei dovuto comprare tanti e tantissimi, sono rimasta sorpresa dell’abbondanza e della scelta, ma anche scioccata dei prezzi. Volevo anch’io dei giocattoli di legno fatti bene, ma sembrava che alcuni giocattoli stessero fatti dall’ultimo albero sulla terra. Tanti erano ovviamente di scarsa qualità o con pezzetti che si poteva perdere e la maggior parte di questi erano comunque consigliate per l’età 3+. Ma tutto sotto l’età 3+ sembrava esser fatto d’oro…
Ecco che il consiglio di una mamma amica di dare un’occhiata in giro in IKEA mi veniva utile. Prima ho pensato: IKEA? Ma lì si comprano i mobili.Oggi invece il sito di IKEAè tra i miei preferiti. Perché? Ecco…

“Read More”

Libro: Quando la mamma è via

Tags :

Category : Libri

Spero e vi auguro che MALGRADO aveste figli, il vostro compagno della vita lo amate tanto tanto. Questo però non significa che avere figli pesa o premia ugualmente una mamma e un papà. Non sono da sola che dopo (o forse già prima del)la maternità si è trovata in una vita completamente sconvolta. Negli ultimi anni ho avuto due figli (hurray!), ho cambiato casa due volte (il secondo trasloco ho fatto a 38 mesi con Elisabetta), ho preso 15 chili (oddio), ho perso lavoro, ho aperto la mia piccola attività, ho anche fatto tagliare i capelli e la mia faccia mostra 15 anni in più di 4 anni fa. Invece il mio amore ancora va in palestra e legge libri e ha fatto tanta strada nella sua carriera. Ma è anche un padre moderno e ogni tanto prende la responsabilità di guardare i nostri figli mentre io faccio la spesa o vado alla posta o addirittura dal parrucchiere (dove spesso porto anche i miei due nani). Suona meraviglioso, ma non vi dico come trovo casa e spesso anche bambini e padre. Perché tutto diventa possibile (e probabile) quando la mamma è via. Ed ecco un libro che ci racconta proprio di questo:

“Read More”

Libro: A chi somiglio?

Category : Libri

Quando il mio primo figlio è nato, tutti l’hanno circondato e hanno cominciato ad analizzare a chi assomiglia. Ma oggi, guardando le sue foto, secondo me non assomiglia a nessuno particolarmente, ma assomiglia un po’ a tutti.

Ed ecco che ho trovato un libro anche per questo argomento: Yu Jin dal Korea (Seoul) ci ha regalato una storia che porre proprio la domanda con la voce di una bimba: A chi somiglio?

“Read More”

Nido: Festa della Mamma e gli impronti nella memoria

Mi ricordo la prima festa della mamma da nuova mamma: la zia anziana del mio compagno mi ha fatto consegnare dei fiori per congratularmi. Oltre di lei nessuno si è ricordato della mia prima festa della Mamma. Così quando il secondo anno Enrico è andato in nido per 6 mesi ed è venuto a casa con una cartolina fatta per me (con il mio nome straniero scritto male), ero felicissima. Ci tenevo allora che le mamme dei piccoli nel mio nido si sentissero così o ancora meglio. Ecco quattro progetti che abbiamo fatto:

“Read More”

Libro: Guess How Much I Love You

Category : Libri

Ti amo da impazzire, ti amo più di ogni altra cosa, ti amo da morire, ti amo da follia, da matto… Quante espressioni esagerati per esprimere la quantità del amore! Ma si può misurare l’amore? Un bambino potrebbe pensare di sì. Ecco un libro, che ne parla.

“Read More”

Mother to Mothers: No TV? Maybe yes.

Da un po’ volevo scrivere sulla televisione, ma anche la mia opinione da mamma aveva cambiato parecchi volte. Vorrei parlare del guardare la TV in una seconda lingua, qua l’inglese, discutendo le vantaggi e le svantaggi generali.
Quando Enrico è nato nel novembre 2014, l’ho fatto vedere il canale Baby TV di Sky che potevo impostare in inglese. Un canale bello, perché offre storie, canzoncine, filastrocche senza interruzioni di pubblicità. Speravo che Enrico avrebbe avuto una predisposizione maggiore per la lingua inglese avendo ascoltato suoni nativi dai primi mesi della sua vita (si pensa che i bambini saranno capaci di distinguere e pronunciare tutti i suoni che sentono nei primi 9 mesi di vita). A circa due anni ha passato poi a Peppa Pig che aveva già conosciuto attraverso i libri. Per un po’ siamo stati gran fans di Peppa. Ma con le storie guardate – sempre in inglese – non era l’acquisto linguistico l’unica cosa che potevo osservare e dovevo gestire.

“Read More”

Libro: Lisa e il PANCIONE della mamma

Un anno fa ero ancora incinta con la piccola Elisabetta e aspettavamo con ansia come il nostro primo figlio, Enrico, l’avrebbe accolta. Abbiamo sentito storie scioccanti di gelosia, di aggressione e regressione in bambini dopo l’arrivo di un secondo figlio, ma noi eravamo convinti che una cosa così bella non deve (per forza) essere un trauma per Enrico. Lo amavamo più di ogni cosa e l’amore non diventa più piccola quando si divide con più persone, ma diventa addirittura più grande. Ma un bambino di un anno e mezzo capirà questo? Per essere sicuri di prepararlo al cambiamento, ho chiamato un libro ad aiuto: Lisa e il PANCIONE della mammada Liesbet Slegers.

“Read More”

Mother to mothers: Cosa faccio con i miei bimbi quando non c’è la tata?

Tags :

Category : maternità , pensieri

Da mamme siamo sovraccaricate dagli consigli sul ‘quality time’ con i nostri figli. Farli uscire all’aria aperta, al mare, al parco, giocare con loro non-stop, lasciando tutto, dedicare il nostro poco tempo solamente a loro quando non c’è scuola o la tata ha un giorno libero. Già, siamo anche abbastanza abituati a tenere lontani i nostri figli da noi, in parte perché abbiamo paura del tempo vuoto con loro. Noi sempre dobbiamo fare qualcosa, loro invece vogliono fare qualcosa. Ma il speciale è di nuovo nel semplice.

“Read More”

Nido: Easter

Per Pasqua mi sono fatto tanti pensieri cosa fare con i miei nani (Giulio 31 mesi, Enrico 29 mesi, Bepi 22 mesi ed Elisabetta 10 mesi, lei ancora solo osservando, toccando). Dipingere uove vere ho trovato ancora troppo prematuro, ma volevo lavorare con i simboli di pasqua. Ecco cosa ho fatto con loro durante la settimana:

“Read More”

Nido: Spring is here

Tags :

Dopo un paio di settimane umide e fredde, finalmente è arrivata la primavera. Per noi un argomento immenso. Ecco alcune idee per far lavorare le mani instancabili dei nostri eroi mini:

“Read More”

Nido: Father’s Day (2017)

In Italia si festeggia la Festa del Papà il 19 marzo. Naturalmente, anche noi abbiamo pensato di preparare qualcosa per i nostri Papà.

“Read More”

Nido: Recycle, recycle, we’re going to recycle…

A marzo abbiamo inserito nel nostro programma una settimana sul riciclo. Già da un po’ avevo raccolto dei tappi delle bottiglie (di latte principalmente) e non mancavano nemmeno delle idee cosa fare con essi.

“Read More”

Nido: Language improvement

Tags :

Category : insegnare lingue , pensieri

Due mesi fa ho scritto un post descrivendo lo sviluppo linguistico di Enrico e Giulio in inglese (Elisabetta ancora non parla). Già allora mi sono meravigliata della velocità con quale questi bimbi capiscono e riconoscono una parola straniera. Importante a chiarire che per loro non esiste una lingua straniera. Per loro una nuova parola è un modo diverso di chiamare una cosa già conosciuta. Ma mentre fine dicembre ho raccontato di parole singole, oggi vi posso dare esempi di frasi misti: metà italiano, metà inglese. Ecco altri esempi come si comunica perfettamente senza chiudersi in una unica lingua.

“Read More”

Nido: San Valentino (2017)

San Valentino non è una festa che a me piaccia tanto, da bambina non l’ho mai festeggiato. Poi c’era tanta confusione su che tipo di amore si festeggia il 14 febbraio: quello romantico o anche l’amore per amici e parenti. Love in inglese può significare entrambi tipi di affetto, e io ho scelto di pensare a questo giorno come un momento a ricordare tutti che voglio bene. Con i miei mini talenti ho trascorso una settimana molto tenero, grazie al loro bisogno di coccole, ma anche alle idee belle e abbondanti che ho trovato online per far lavorare le loro piccole mani.

“Read More”

Nido: Ghiaccio

L’argomento della settimana scorsa è stato il ghiaccio. Per motivi diversi (vaccini, malattie), abbiamo finito il piccolo progetto questa settimana. Ecco cosa abbiamo fatto.

“Read More”

Nido: Carnival

Il Carnevale è una festa che a me personalmente piace poco. Vedo che i miei piccoli di 27-29 mesi cominciano a travestirsi di mago o cercano di assomigliare agli caratteri della TV (PJ Masks o Miles dal Futuro), ma siamo ancora al inizio di questo gioco. Così ho deciso di non fare proprio costumi con loro, ma lavorare su maschere e parlare del viso in generale.

“Read More”

Nido: Home-made bowling

Sono sicura che non sono io l’unica di aver pensato di fare questa cosa, ma qualche tempo fa, bevendo un’aranciata, mi è venuta l’idea di riciclare la bottiglia facendo delle figurine per un bowling fatto a casa. Ho trovato anche la scusa di potermi bere altre bottigliette di aranciata. Ho lavato le bottiglie, ma non volevo usarli così vuoto, volevo fare qualcosa che diverte i bimbi.

“Read More”

Nido: Winter animals

Sono pronta cominciare con gli argomenti della primavera, ma il tempo fuori, anche se molto meno freddo della settimana precedente, non ci lascia altro che affrontare l’inverno. Viviamo nella bellissima Sicilia: vediamo neve sulla cima delle colline intorno Palermo (bello spettacolo comunque) e in TV. Le tartarughe non le troviamo più nel laghetto di Villa Trabia perché (come abbiamo imparato) sono letarghi e dormono tutto l’inverno (beati loro). Non abbiamo orsi polari (meno male) o foche in giro. I nostri animali non vedono l’ora che arrivasse la primavera (come noi). Ma abbiamo saputo da Masha e Orso che i pinguini adorano il freddo. Così questa settimana abbiamo deciso di parlare dagli animali.

“Read More”

Nido: Fa freddo, vestiamoci!

Mi è piaciuto questa mia nuova idea di dare un argomento ad ogni settimana e organizzare gli incontri e le attività intorno ad esso. La terza settimana di gennaio ha portato tanto freddo, non insolito a Palermo d’inverno, ma sempre vissuto male dai palermitani (e ormai anche da me). Così volevo tornare un attimo ad argomento del mese di dicembre (vestiti), ma concentrandoci sui capi che ci mettiamo d’inverno. I miei maschi sono già bravi a togliere cappotti e scarpe (un po’ meno a metterli), ma hanno un rapporto conflittuale con cappelli (figuriamoci guanti).

“Read More”

Nido: Rainy Days…

Il nostro nido in famiglia offre un servizio alle mamme che non vogliono mandare i loro figli (0-3 anni)  in un nido ogni giorno, ma ci tengono di farli giocare con altri bimbi e tra l’altro di farli fare un po’ di inglese. I giorni dello spazio gioco inglese (Playing in the Rain) sono lunedì pomeriggio (17.00-19.00), martedì e venerdì mattina (10.00-12.00). Lunedì pomeriggio facciamo sempre qualcosa di creativo (craft), che io di solito ripeto con i bimbi di mattina mercoledì. Martedì mattina facciamo vita pratica (every day life), mentre venerdì è il giorno della lingua con storie, canzoncine, filastrocche.

“Read More”

Nido: What to do when nothing is prepared?

Oggi abbiamo avuto un giorno cosí: per impegni vari ancora alle 9 e mezzo non c’era niente preparato per l’attivitá del giorno. Giovedí era il giorno del parco, che adesso, nei giorni freddi, umidi e ventosi, é diventato il giorno del movimento. Ma non ci é venuta la voglia di gattonare, saltare o ballare. Allora ho deciso di fare vita pratica. I ragazzi volevano colorare… e questo mi ha fatto venire un’idea.

“Read More”

Nido: Insegnare inglese ai bambini di due anni? Of course!

Tags :

Category : insegnare lingue , pensieri

Non sarò l’unica donna che dopo l’arrivo dei figli ha cominciato di avere problemi con il lavoro  poi di perderlo. Fortunatamente, ho avuto la possibilità di aprire un nido in famiglia in ottobre 2016. Oltre ai miei due figli (Enrico due anni quasi a quel tempo, Eli 4 mesi) una coppia di amici ha chiesto aiuto con il loro figlio (due anni e un mese allora) fino alla fine dell’anno quando doveva cominciare l’inserimento in una scuola grande. Giulio è venuto ogni mattina da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13. Come accordato, io ho parlato solo in inglese di mattina. Onestamente non abbiamo avuto grandi aspettativi considerando l’età dei piccoli. Però…

“Read More”

Nido: Aspettiamo Babbo Natale!

Da quando lavoro/vivo con bambini, adoro il periodo di Natale. Da noi, in Ungheria, l’albero lo decoriamo la sera del 24 dicembre e dopo la cena scambiamo i regali. Niente atmosfera, tutto va fatto più veloce di un lampone.
Così quando in Irlanda e dopo in Italia ho visto che l’albero si fa il 8 dicembre (che anche un giorno festivo) e si aspetta la mattina del 25 dicembre guardando per più di 2 settimane un albero splendido, ho capito come si fa l’atmosfera magica di Natale.
Il Natale per i bambini significa prima di tutto Babbo Natale a cui possono chiedere tutto perché come ha detto un mio cucinotto ‘adesso tutto è gratis’. Ma il periodo ci da tantissime possibilità di essere creativi aspettando Babbo Natale. Ecco alcune idee:

“Read More”

Bookworm: 10 Little Fingers – 10 dita alle mani

Tags :

Category : Libri

Leggo versioni originali nel caso un libro sia scritto in una delle lingue che conosco. Fino poco tempo fa detestavo le traduzioni: litigavo sempre con le scelte di un traduttore, malgrado abbia saputo quanto è difficile il loro lavoro. Di solito trovavo una traduzione dopo aver letto l’originale deludente.
E guarda caso, non è stato così con la storia delle 10 dita…

“Read More”

Nido: Thanksgiving Turkey

Ringraziamento… Un giorno che tanti cominciano ad adottare, altri lo rifiutano dicendo che troppo ‘americano’ e alla fine solo un’altra scusa di far spendere (il giorno dopo si chiama ‘Black Friday’ e negli Stati Uniti, ma ormai anche in altri paesi, le aziende fanno saldi grandi invitando la gente di fare shopping… qualcosa che poi faranno tutto dicembre per il Natale e a gennaio per le settimane bianche). Come insegnante/mamma in un nido in famiglia, trovo il giorno una bella occasione di parlare come e perché dire ‘Thank you’. Anche un buon motivo di prepare qualcosa di diverso e mangiare bene. Last but not least: mi è venuta venuta un’idea stupenda come far divertire i miei nani.

“Read More”

Nido: Siamo stati dal ‘Dottore Elefante’

Tags :

Sapevate che entro 2,5 anni di vita dobbiamo avere 10 denti.
E sapevate che si può cominciare con la educazione alla igiene orale già con i primi dentini?
Lo spazzolino è più importante del dentifricio, e la routine è elementare: andare in bagno dopo ogni pasto a ‘lavare i denti’.
Noi abbiamo cominciato con gli spazzolini massaggiagengive, poi con lo spazzolino ‘vero’ mangiando il dentifricio, a due anni finalmente con alcuni movimenti giusti (su e giù, fronte e dietro).
Ma il vero passo verso un futuro con denti forti e sani è stata la nostra prima visita dal dentista.

“Read More”

Nido: Autunno

Che dobbiamo parlare dai stagioni è ovvio, anche con i più piccoli. Ma cosa possiamo far fare a loro per vedere, sentire, vivere ad esempio l’autunno? Non sottovalutiamo la capacità, l’interesse e l’impegno dei bambini di 0-3 anni: io sono rimasta a bocca aperta vedere come hanno lavorato sul nostro albero giorno dopo giorno con me. Ecco l’idea per un mini-progetto…

“Read More”

Nido: Halloween craft

Tags :

Non mi è mai piaciuto Halloween. La versione siciliana (La Festa dei Morti) secondo quale i morti tornano la notte per portare regali ai bambini relativi mi fa proprio venire il brivido. Ma devo confessare con quest’anno con i miei supereroi ho fatto proprio le cose carine per questa festa dei mostri e fantasmi. Attività per bimbi sotto 3 anni. Ci serve poca preparazione e le attività sono veloci, non richiedono lunga concentrazione. Perfetti per l’età dei nani. Divertimento garantito!

“Read More”

Nido: Animali sul piatto… ma senza mangiarli!

Tags :

Dopo una festa di compleanno spesso ci ritroviamo con un paio di piatti di carta. Buttarli ci dispiace, ma non basteranno per un’altra festa. Che possiamo fare? Io ho trovato queste idee stupende online e ho fatto fare ai miei mini geni di 18-24 mesi la primavera scorsa:

“Read More”

Bookworm: Mi piaci così

Category : Libri

Ho trovato un libro meraviglioso, che vi volevo proporre. Un altro capolavoro che insegna ai bimbi che siamo perfetti come siamo, basta con i giudizi!

“Read More”

Nido: Giardino sul frigo

Niente da fare nel pomeriggio invernale? Parco chiuso, comunque tutto buio? Forse già hai aperto una bottiglia di vino per la sera (anche le mamme se la meritano un bicchiere di vino ogni tanto) e aspetti che cominci Peppa Pig su Rai Yoyo? Che ne pensi di riciclare il tappo della bottiglia di vino divertendo te stessa e i tuoi bimbi (anche piccoli)?

Un’idea magnifica (grazie ad alcuni blog online): un giardino con i tappi e le calamite sul frigo. Provato e approvato anche con bimbi di 18-24 mesi.

“Read More”

Mother to Mothers: Bedtime or Bad Time?

I was very pleased to see that in my son’s nursery school the educators put extreme emphasis on their daily routines. Things that are thought as ‘boring’ or ‘monotonous’ by most people, are the basics of any kind of education.

“Read More”

Father’s Day 2016

L’anno scorso il mio figlio aveva 4 mesi alla Festa del Papà, così abbiamo festeggiato tanto per dire. Ma quest’anno già era nella fase di Papà, lo Star (mollando me che aspettando la sua sorella ho avuto difficoltà di sedermi per terra o saltellare con lui) e il giorno del Papà è stato un giorno speciale. Abbiamo trovato un’idea che abbiamo poi provato con i nostri amici: abbiamo preparato una cravatta da Supereroe…

“Read More”

Mother to Mothers: The most beautiful thing in Life…

My mother used to say that the most beautiful thing in Life is to have children, to be a mother. So when I found out to be expecting, I was convinced that this experience would be really the most motivating one in my Life. Until I ended up with a screaming baby in my arms, feeling absolutely useless with total sleep deprivation. For months I would say to everyone: people who say that having kids is the most wonderful thing in Life must have had a sh…y life before their kids. So why is it that my mother loved being a mother and for me it was not so easy to become one?

“Read More”

Mother to Mothers: Chi è una ‘Tagesmutter’?

Cos’è una “Tagesmutter” in un ‘nido in famiglia’?

“Read More”

About me

Category : Uncategorized

Mi chiamo Erna Takacs, sono una madre, un’educatrice e un’insegnante di lingue (inglese al momento principalmente), residente a Palermo, Sicilia.

“Read More”